4 POSTI POLIZIA MUNICIPALE É USCITO IL BANDO 2021 PER LAVORARE AL COMUNE

CONCORSI
4 POSTI POLIZIA MUNICIPALE É USCITO IL BANDO 2021 PER LAVORARE AL COMUNE

4 POSTI POLIZIA MUNICIPALE É USCITO IL BANDO 2021 PER LAVORARE AL COMUNE

COMUNE DI RICCIONE CONCORSO (scad. 15 aprile 2021) Concorso pubblico, per esami, per la copertura di quattro posti di istruttore di polizia municipale, categoria C, a tempo indeterminato e pieno, di cui un posto riservato ai volontari delle Forze armate. (GU n.21 del 16-03-2021)

4 POSTI POLIZIA MUNICIPALE É USCITO IL BANDO 2021 PER LAVORARE AL COMUNE

LEGGI ANCHE: CONCORSO PERSONALE ATA 2021, PUBBLICATO IL DECRETO UFFICIALE

Di seguito maggiori informazioni e link al bando

REQUISITI

● Età non inferiore ad anni diciotto compiuti e non superiore ad anni 40 (quaranta) alla data di scadenza del presente bando (si precisa che il limite massimo di età si intende superato il giorno successivo a quello di compimento del 40 anno di età - cfr. Sent. Cons. Stato n. 6465 del 27/09/2019), in ragione della peculiare natura del profilo professionale di cui trattasi, in applicazione dell’art. 126 del Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi del Comune di Riccione; non si applica il predetto limite di età a coloro che possono vantare un’anzianità di servizio, nel profilo professionale oggetto del presente bando, di almeno 12 mesi di servizio nell’ultimo quinquennio, presso il Comune di Riccione;
● cittadinanza italiana. Tale requisito non è richiesto per coloro che sono equiparati dalla legge ai cittadini italiani (es. cittadini della Repubblica di San Marino e della Città del Vaticano, italiani non residenti nella Repubblica ed iscritti all’A.I.R.E.); possono partecipare al concorso i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea ed i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ovvero i cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria (sono fatte salve, in ogni caso, le disposizioni previste dall’art. 38 del D.Lgs. n. 165/2001 e s.m.i.). I cittadini non italiani devono godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza (fatta eccezione per i titolari di status di rifugiato o di protezione sussidiaria), possedere (ad eccezione della cittadinanza) tutti i requisiti previsti dal bando per i cittadini della repubblica e una adeguata conoscenza della lingua italiana;
● idoneità fisica assoluta e incondizionata allo svolgimento di tutte le mansioni proprie del profilo professionale ricercato nonché possesso dei particolari requisiti fisico-funzionali di cui alla Delibera della Giunta Regionale della Regione Emilia Romagna n. 278/2005, allegato A). Il possesso di tali requisiti verrà accertato prima dell’immissione in servizio. Si precisa che, ai sensi dell’art. 1 della Legge n.120/1991 la condizione di privo di vista comporta inidoneità fisica specifica alle mansioni attinenti al profilo professionale dei posti di che trattasi ed ai compiti richiesti al ruolo specifico. L’Amministrazione sottoporrà a visita medica di controllo i candidati che verranno assunti, in base alla vigente normativa;
● idoneità psico-attitudinale alla specifica mansione come da requisiti di cui all’Allegato B) della Direttiva approvata con Deliberazione della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna n. 278/2005, necessari per l’accesso al ruolo di agente; il possesso dei requisiti psico-attitudinali sarà effettuato dalla Commissione Giudicatrice, che sarà integrata a tal fine da un esperto in Psicologia del Lavoro in ogni prova concorsuale con la sola eccezione delle prove fisiche;
● non essere stato riconosciuto “obiettore di coscienza” ai sensi del D. Lgs. n. 66/2010, salvo rinuncia allo status secondo quanto previsto dall’art. 636, comma 3, della medesima normativa ovvero: “L’obiettore ammesso al servizio civile, decorsi almeno cinque anni dalla data in cui è stato collocato in congedo secondo le norme previste per il servizio di leva, può rinunciare allo status di obiettore di coscienza, presentando apposita dichiarazione irrevocabile presso l’Ufficio nazionale per il servizio civile che provvede a darne tempestiva comunicazione alla Direzione generale della previdenza militare, della leva e del collocamento al lavoro dei volontari congedati.”;
● non avere impedimento alcuno al porto e all’uso dell’arma;
● di essere in possesso dei requisiti di cui all’art. 5, comma 2, Legge 65/86 per il conseguimento della qualifica di Agente di P.S. ovvero: godimento dei diritti civili e politici e non esclusione dall’elettorato politico attivo, non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo, non essere stato e non essere attualmente sottoposto a misure di prevenzione, non essere stato espulso dalle FF.AA. o Corpi militarizzati o destituito dai pubblici uffici. Si precisa che ai sensi dell’art. 47 del Regolamento del Corpo Intercomunale Polizia locale di Riccione, Cattolica, Misano Adriatico e Coriano “(…) L’arma … è assegnata solo al personale in possesso della qualità di agente di pubblica sicurezza ai sensi dell’art. 5 della legge n. 65 del 1986. L’arma è assegnata al personale in via continuativa. Del provvedimento con cui si assegna l’arma in dotazione è fatta menzione nel tesserino di identificazione dell’addetto.”;
● non avere impedimenti alla guida dei veicoli e all’uso delle attrezzature in dotazione al corpo di Polizia Locale;

● possesso delle seguenti patenti di guida: di categoria “B” in corso di validità; di categoria “A2” per la conduzione di motocicli, in corso di validità oppure conseguita entro la data prevista per lo svolgimento dell’ultima prova selettiva prevista (prova orale) - in quest'ultimo caso il candidato che abbia superato positivamente ciascuna prova preselettiva e selettiva, verrà ammesso “con riserva” e il documento relativo alla patente “A2” dovrà essere esibito a pena di esclusione, al momento dell’identificazione prima di accedere all’ultima prova da sostenere (prova orale);
● non essere esclusi dall’elettorato politico attivo;
● assenza di condanne penali, di procedimenti penali in corso, interdizione o altre misure di sicurezza o di prevenzione che escludono la costituzione del rapporto di lavoro con le pubbliche amministrazioni, secondo le leggi vigenti. Si precisa che la sentenza emessa ai sensi dell’art. 444 c.p.p. (cd. Patteggiamento), è equiparata ad una pronuncia di condanna in applicazione dell’art. 445, c. 1-bis c.p.p.;
● non essere stati licenziati da una Pubblica Amministrazione ad esito di procedimento disciplinare;
● non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione o non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale ai sensi dell'art. 127, comma 1, lettera d), del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con D.P.R. n. 3/1957;
● essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini italiani soggetti a tale obbligo (aspiranti di sesso maschile nati entro il 31.12.1985);
● non trovarsi in condizione di disabilità, ai sensi dell'art. 3, comma 4, della L. 68/99;
● possesso del seguente titolo di studio: diploma di istruzione secondaria superiore diploma di maturità quinquennale che consenta l’accesso all’università). I candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero possono partecipare, purché il titolo di studio straniero sia stato dichiarato equipollente, con conseguente attribuzione di valore legale e rilascio dell’equivalente titolo di studio italiano, oppure sia stato riconosciuto ai sensi dell’art. 38,comma 3, del D. Lgs. n. 165/2001 con Decreto di equivalenza al titolo di studio richiesto dal presente bando. I candidati devono altresì allegare alla domanda di partecipazione la documentazione comprovante l’avvio dell’iter medesimo.
● conoscenza della lingua straniera Inglese;
● conoscenza dei principali programmi informatici per l’automazione d’ufficio (word, excel, posta elettronica, tecnologie di navigazione Internet, suite web integrate per la produttività tipo “Google Workspace” );
● (solo per i volontari delle FF.AA. ):
○ di essere volontario in ferma breve o ferma prefissata delle Forze Armate, congedato senza demerito;
○ di essere volontario delle Forze Armate in periodo di rafferma;
○ di essere volontario delle Forze Armate in servizio permanente;
○ di essere Ufficiale di complemento in ferma biennale o Ufficiale in ferma prefissata e di aver completato senza demerito la ferma contratta.

BANDO COMPLETO

Potrebbe interessarti anche: QUIZ PREPARAZIONE CONCORSI PUBBLICI 

Hai bisogno di aiuto?