CONCORSO SCUOLA ORDINARIO, LE MODIFICHE AL BANDO PUBBLICATE IN GAZZETTA UFFICIALE

CONCORSI
CONCORSO SCUOLA ORDINARIO, LE MODIFICHE AL BANDO PUBBLICATE IN GAZZETTA UFFICIALE

CONCORSO SCUOLA ORDINARIO, LE MODIFICHE AL BANDO PUBBLICATE IN GAZZETTA UFFICIALE

Dopo la pubblicazione dell'articolo 7000 POSTI CONCORSO SCUOLA PRIMARIA EDUCAZIONE MOTORIA 2022, arrivano importanti notizie relative al bando di concorso ordinario, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento del personale docente per i posti comuni e di sostegno della scuola dell'infanzia e primaria, di cui all'articolo CONCORSO SCUOLA ORDINARIO 2020, USCITO IN GAZZETTA UFFICIALE

Nella Gazzetta ufficiale n.93 del 23 novembre è stato pubblicato il decreto che rettifica il concorso scuola ordinario per infanzia e primaria al fine di recepire le ultime novità legislative in tema di semplificazione concorsi pubblici volute dal Governo per fronteggiare la pandemia da Covid-19.

CONCORSO SCUOLA ORDINARIO, LE MODIFICHE AL BANDO PUBBLICATE IN GAZZETTA UFFICIALE

Di seguito maggiori dettagli.

LEGGI ANCHE: CONCORSO DSGA 2021 IN ARRIVO UN NUOVO BANDO REQUISITI, PROVE, MATERIE

PROVE DI ESAME PER I POSTI COMUNI E DI SOSTEGNO

La prova scritta, computer based, per i posti comuni e di sostegno consiste nella somministrazione di cinquanta quesiti a risposta multipla, così ripartiti:

a. per i posti comuni, quaranta quesiti a risposta multipla, volti all'accertamento delle competenze e delle conoscenze in relazione alle discipline oggetto di insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell'infanzia;
b. per i posti di sostegno, quaranta quesiti a risposta multipla inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all'inclusione scolastica degli alunni con disabilità;
c. per i posti comuni e di sostegno, cinque quesiti a risposta multipla inerenti la conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue e cinque quesiti a risposta multipla inerenti le competenze digitali nell'uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell'apprendimento.

La prova scritta si svolge nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione, nelle sedi individuate dagli uffici scolastici regionali competenti per territorio.

Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l'ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato. La prova ha una durata massima di 100 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all'art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Non si dà luogo alla previa pubblicazione dei quesiti.

La prova scritta è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

I candidati che hanno superato la prova scritta sono ammessi a sostenere la prova orale, per i posti comuni e di sostegno, i cui temi sono predisposti dalle commissioni giudicatrici secondo le modalita' previste dall'art. 8, comma 2, del decreto ministeriale 5 novembre 2021, n. 325.

La prova orale si svolge nella regione responsabile della procedura concorsuale, nelle sedi individuate dagli uffici scolastici regionali.

Per la valutazione della prova orale la commissione ha a disposizione un massimo di 100 punti. La prova orale e' superata dai candidati che conseguono il punteggio minimo di 70 punti su 100.

L'elenco delle sedi d'esame, con la loro esatta ubicazione e con l'indicazione della destinazione dei candidati, e' comunicato dagli Uffici scolastici regionali presso i quali si svolge la prova almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove tramite avviso pubblicato nei rispettivi albi e siti internet.

LEGGI IL DECRETO COMPLETO

POTREBBE INTERESSARTI: QUIZ DI PREPARAZIONE AI CONCORSI PUBBLICI

Hai bisogno di aiuto?