60 POSTI FINALMENTE USCITO IL BANDO DI CONCORSO PER LAVORARE AL COMUNE CON IL DIPLOMA

CONCORSI
60 POSTI FINALMENTE USCITO IL BANDO DI CONCORSO PER LAVORARE AL COMUNE CON IL DIPLOMA

60 POSTI FINALMENTE USCITO IL BANDO DI CONCORSO PER LAVORARE AL COMUNE CON IL DIPLOMA

Come preannunciato nell'articolo 80 DIPLOMATI NUOVI CONCORSI PUBBLICI PER AMMINISTRATIVI E AGENTI DI POLIZIA LOCALE, il COMUNE DI PADOVA ha indetto il concorso pubblico per esami, con eventuale preselezione, per l’assunzione a tempo indeterminato di n.60 unità nel profilo di Istruttore amministrativo, categoria C, con contratto di lavoro subordinato e con orario di lavoro a tempo pieno.

60 POSTI FINALMENTE USCITO IL BANDO DI CONCORSO PER LAVORARE AL COMUNE CON IL DIPLOMA

scadenza: 22/04/2021

Di seguito i requisiti richiesti.

LEGGI ANCHE: BANDO DI CONCORSO 28 POSTI PER DIPLOMATI A TEMPO INDETERMINATO REGIONE ABRUZZO

Per essere ammessi al concorso è necessario che i candidati siano in possesso dei seguenti requisiti:

a) TITOLO DI STUDIO: diploma di istruzione secondaria di secondo grado (maturità 5 anni).
Coloro che sono in possesso di un titolo di studio estero possono partecipare al concorso esclusivamente previo espletamento di una procedura di equiparazione ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.Lgs. 165/2001. Il candidato è ammesso con riserva qualora il provvedimento non sia ancora stato emesso dalle competenti autorità, ma sia stata avviata la relativa procedura, fermo restando che l’equivalenza dovrà essere obbligatoriamente posseduta al momento dell’assunzione. La procedura di equiparazione deve essere rivolta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica, Corso Vittorio Emanuele II n. 116, 00186 ROMA e avviata entro la data di scadenza del bando, a pena di esclusione dal concorso. La procedura di equiparazione deve essere avviata entro la data di scadenza del bando, a pena di esclusione dalla selezione, e gli estremi della richiesta di equivalenza del titolo di studio devono essere comunicati al Responsabile del procedimento. Il modulo per la richiesta di equivalenza del titolo di studio estero è reperibile all’indirizzo: http://www.funzionepubblica.gov.it/strumenti-e-controlli/modulistica

b) CITTADINANZA ITALIANA (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica e i cittadini della Repubblica di San Marino e della Città del Vaticano) o della cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea.
Possono partecipare anche i familiari dei cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente e i cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.
I cittadini stranieri devono possedere, ai fini dell'accesso ai posti della Pubblica Amministrazione, i seguenti ulteriori requisiti:
• godere dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza;
• essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini
della Repubblica;
• avere adeguata conoscenza della lingua italiana;

c) ETA' non inferiore agli anni 18 e non superiore ai 65;

d) ASSENZA DI CONDANNE PENALI E PROCEDIMENTI PENALI IN CORSO che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione o che siano ritenute ostative, da parte di questa Amministrazione, all'instaurarsi del rapporto di impiego, in relazione alla gravità del reato e alla sua rilevanza rispetto al posto da ricoprire. Si precisa che ai sensi della Legge 475/1999 la sentenza prevista dall’art. 444 del codice di procedura penale (c.d. patteggiamento) è equiparata a condanna.

e) IDONEITÀ FISICA all’impiego, per quanto di propria conoscenza. L’Amministrazione sottoporrà a visita medica il candidato da assumere per la verifica del possesso dell'idoneità fisica alle mansioni; a tale verifica saranno sottoposti anche gli appartenenti alle categorie protette, le cui condizioni di disabilità non dovranno essere incompatibili con le mansioni da svolgere; in caso di esito impeditivo conseguente all’accertamento sanitario, il contratto individuale non verrà stipulato.

f) NON ESSERE STATI DESTITUITI, DISPENSATI, LICENZIATI, O DICHIARATI DECADUTI DA UN PUBBLICO IMPIEGO per persistente insufficiente rendimento o a seguito di procedimento disciplinare o per avere prodotto documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;

g) GODIMENTO DEI DIRITTI CIVILI E POLITICI e, pertanto, non essere esclusi dall'elettorato politico attivo;

h) AVER ASSOLTO GLI OBBLIGHI DI LEVA MILITARE (solo per i candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985)

BANDO COMPLETO CLICCA QUI

POTREBBE INTERESSARTI: GRADUATORIE ATA TERZA FASCIA 2021 - COME COMPILARE LA DOMANDA FAQ

Hai bisogno di aiuto?