13 INFERMIERI selezione pubblica GU n.83 del 23-10-2020

CONCORSI
13 INFERMIERI selezione pubblica GU n.83 del 23-10-2020

13 INFERMIERI selezione pubblica GU n.83 del 23-10-2020

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA DEI COMUNI MODENESI AREA NORD DI SAN FELICE SUL PANARO

Selezione pubblica, per soli esami, per la copertura di tredici posti di infermiere, categoria D, a tempo indeterminato, per diverse sedi, con riserva di cinque posti a favore delle Forze armate. (GU n.83 del 23-10-2020)

13 INFERMIERI selezione pubblica GU n.83 del 23-10-2020

scadenza: 10/11/2020

di seguito maggiori dettagli.

LEGGI ANCHE: INFERMIERE CONCORSO PUBBLICO GU N.82 DEL 20-10-2020

 

 

Per l'ammissione alla selezione sono richiesti i seguenti requisiti speciali:

- possesso di uno dei seguenti titoli relativi a percorsi specifici per Responsabile di nucleo delle attività assistenziali rilasciati ai sensi della L.R. 12/2003 e della L. 845/1978:
a) certificato di specializzazione;
b) attestato di frequenza di corsi specifici di formazione al ruolo di Responsabile di nucleo delle attività assistenziali;
ovvero:
c) possesso di titolo rilasciato al termine di percorso programmato o autorizzato da Enti Pubblici e/o realizzati da soggetti privati accreditati in base alle normative vigenti in tema di formazione professionale nelle singole regioni avente contenuto e durata analoghi a quello di responsabile di nucleo delle attività assistenziali. Il possesso del Diploma di scuola secondaria di dirigente di comunità soddisfa il requisito di cui al punto 2 anche in mancanza di uno degli attestati indicati ai punti a) e b). Nel caso di titoli equipollenti a quelli indicati nel presente bando, sarà cura del candidato dimostrare la suddetta equipollenza mediante l’indicazione del provvedimento normativo che la sancisce. Per i titoli conseguiti all’estero l’ammissione è subordinata al riconoscimento o all’equipollenza ai titoli italiani;
- diploma di scuola secondaria superiore;
- possesso di patente di guida “B”;
- idoneità piena (priva di prescrizioni) alle mansioni e possesso di sana e robusta costituzione. Ai sensi dell'art. 1 della legge 28.3.91, n. 120, la condizione di privo della vista è causa di inidoneità, in quanto preclusiva all'adempimento delle specifiche funzioni previste per il profilo professionale del posto da coprire. L’idoneità fisica al servizio deve essere assoluta ed incondizionata in relazione alle mansioni specifiche del profilo professionale ed è presupposto imprescindibile per la costituzione del rapporto di lavoro.

BANDO COMPLETO CLICCA QUI

POTREBBE INTERESSARTI: 6 POSTI PER INFERMIERI CONCORSO PUBBLICO PIO OSPIZIO S. MICHELE

Hai bisogno di aiuto?