20 posti AGENTE POLIZIA LOCALE concorso APRILE 2020 MONZA

CONCORSI
20 posti AGENTE POLIZIA LOCALE concorso APRILE 2020 MONZA

20 posti AGENTE POLIZIA LOCALE concorso APRILE 2020 MONZA

COMUNE DI MONZA CONCORSO (scad. 28 aprile 2020) Concorso pubblico, per esami, per la copertura di venti posti di agente di polizia locale, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato, di cui quattro posti riservati ai volontari delle Forze armate. (GU n.25 del 27-03-2020)

20 posti AGENTE POLIZIA LOCALE concorso APRILE 2020 MONZA

LEGGI ANCHE: CONCORSI PUBBLICI DI RECENTE PUBBLICAZIONE SULLA GAZZETTA UFFICIALE

Termine presentazione domande: 28/04/2020

di seguito il link al bando

REQUISITI PER L’AMMISSIONE
Per l’ammissione al concorso gli/le aspiranti devono essere in possesso del seguente titolo di studio o equipollente o equiparato ai sensi di legge: diploma di maturità (5 anni).
Per i titoli conseguiti all’estero è richiesto il possesso, entro i termini di scadenza del bando, dell’apposito provvedimento di riconoscimento da parte delle autorità competenti, così come previsto dall’art. 38 del D.lgs. 30 marzo 2001, n. 1651

È inoltre richiesto il possesso dei sotto elencati requisiti:
1. patente di categoria B o superiore;
2. età non inferiore ad anni 18;
3. essere cittadini italiani (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non residenti nella Repubblica ed iscritti all’A.I.R.E.);
4. essere in condizioni d’idoneità fisica alle mansioni relative al posto messo a selezione. I candidati e le candidate risultati idonei saranno sottoposti, preventivamente all’assunzione, a visita di idoneità alla mansione a cura del Medico Competente. Il riconoscimento dell’idoneità senza limitazioni e/o prescrizioni all’esercizio del ruolo di Agente di Polizia Locale, come accertata dal medico competente, è condizione necessaria per procedere all’assunzione. Il giudizio di inidoneità o idoneità con limitazioni di carattere permanente alla mansione determina la cancellazione dalla graduatoria;
5. non aver riportato condanne penali definitive o provvedimenti definitivi del Tribunale (Legge 13 dicembre 1999, n.475) o condanne o provvedimenti di cui alla Legge 27 marzo 2001, n.97, che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego presso la Pubblica Amministrazione. Ai sensi della Legge 13 dicembre 1999, n.475 la sentenza
prevista dall’art.444 del codice di procedura penale (c.d. patteggiamento) è equiparata a condanna;
6. non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, nonché essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’articolo 127, primo comma, lettera d), del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3;
7. per i cittadini italiani di sesso maschile, soggetti per legge in base all’età anagrafica, essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
8. non avere impedimenti derivanti da norme di legge o di regolamento, ovvero da scelte personali, che limitino il porto e l’uso dell’arma;
9. per i candidati di sesso maschile: non aver prestare servizio sostitutivo civile come “obiettore di coscienza” (con riferimento alla situazione precedente l’entrata in vigore della legge di sospensione del servizio militare obbligatorio) ovvero, qualora il candidato si trovi in questa situazione, risultare in congedo da almeno cinque anni e aver avanzato richiesta di
rinuncia allo status di obiettore di coscienza, ai sensi dell’art. 636, comma 3, del D.Lgs. n. 66/2010 entro il termine previsto per la presentazione delle domande di partecipazione al presente concorso;
10. essere in possesso dei requisiti necessari per il conferimento della qualità di Agente di pubblica sicurezza, ai sensi dell’art. 5 della L. 65/86, ovvero:
a) godimento dei diritti civili e politici;
b) non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo;
c) non essere stato sottoposto a misura di prevenzione;
d) non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici uffici.
11. disponibilità al porto e all’eventuale uso dell’arma, nonché alla conduzione dei veicoli in dotazione al Corpo di Polizia Municipale (autoveicoli, motocicli, ciclomotori, biciclette e autocarri per trasporto di motoveicoli);

BANDO COMPLETO

Hai bisogno di aiuto?