GUARDIA DI FINANZA: concorso per 20 TENENTI

CONCORSI
GUARDIA DI FINANZA: concorso per 20 TENENTI

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA

È indetto un pubblico concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 20 tenenti in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo del Corpo della guardia di finanza per l’anno 2016.

Dei posti disponibili:

a) 2 (due) sono destinati agli ufficiali in ferma prefissata, con almeno diciotto mesi di servizio nel Corpo della guardia di finanza. Tali posti sono assegnati alla specialità amministrazione;

b) 18 (diciotto) sono destinati agli altri cittadini italiani in possesso dei requisiti elencati successivamente. Tali posti sono ripartiti tra le seguenti specialità:

1) 3 (tre) per amministrazione;
2) 2 (due) per commissariato;
3) 2 (due) per telematica;
4) 2 (due) per infrastrutture;
5) 1 (uno) per motorizzazione - settore aereo;
6) 1 (uno) per motorizzazione - settore navale;
7) 4 (quattro) per sanità;
8) 3 (tre) per psicologia

Scadenza termini partecipazione: 09/12/2016

Di seguito maggiori dettagli.

Al concorso per i posti di cui alla lettera a), gli ufficiali in ferma prefissata in congedo, ovvero cancellati dal ruolo, mentre possono partecipare al concorso per i posti di cui alla lettera b):
- i militari del Corpo appartenenti ai ruoli ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri;

-  i cittadini italiani che:
1) alla data del 1° gennaio 2016, non abbiano superato il giorno di compimento del trentaduesimo anno di età e, quindi, siano nati in data non antecedente al 1° gennaio 1984;
2) siano in possesso dei diritti civili e politici;
3) non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia;
4) non siano imputati, non siano stati condannati, né abbiano ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per delitti non colposi, né siano o siano stati sottoposti a misure di prevenzione;
5) non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, ovvero abbiano rinunciato a tale status, ai sensi dell’articolo 636, comma 3, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66;
6) non siano stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e delle Forze di polizia dello Stato;
7) siano in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria. L’accertamento di tale requisito viene effettuato d’ufficio dal Corpo della guardia di finanza.
Tali requisiti, se non diversamente indicato, devono essere posseduti alla data di scadenza del termine ultimo previsto per la presentazione della domanda e mantenuti fino alla data di effettivo incorporamento, pena l’esclusione dal concorso.

In aggiunta ai requisiti indicati nei commi 1 e 2 del bando di concorso , alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, tutti i candidati devono possedere un diploma di laurea ovvero di laurea specialistica o di laurea magistrale o titolo equipollente (con esclusione, quindi, delle lauree c.d. “triennali” o “di I livello”), richiesto per la specialità e, ove previsto, per il settore, per cui concorrono, tra quelli indicati in allegato 1 del bando consultabile cliccando qui.

Tra le lauree richieste: INGEGNERIA, GIURISPRUDENZA, SCIENZE POLITICHE, PSICOLOGIA, ARCHITETTURA, FINANZA, SCIENZE DELL'ECONOMIA.

Per consultare il bando completo clicca qui.

Per ulteriori dettagli clicca qui.

Tieniti aggiornato visitando la nostra PAGINA FACEBOOK e cliccando su MI PIACE